Tag

, , , , ,

Cosa c’è di più buono, in una calda giornata di settembre, di un pesto alla genovese fatto in casa, con il basilico che cresce in giardino, il pecorino giusto e un olio come dio comanda? Il suo sapore acidulo e allo stesso tempo avvolgente, fresco e incredibilmente gustoso, è diventato uno dei miei condimenti preferiti per la pasta. Se poi sono trofie, e magari ci aggiungiamo anche una patata lessa e due fagiolini, allora che dire…. si rasenta il sublime.

Qui la ricetta de Il mio pesto alla genovese

Una volta che la pasta è stata scolata, versate il pesto insieme a un po’ di olio e.v.o. e a un goccio di acqua di cottura, se volete dare ulteriore salinità. Io personalmente lo trovo perfetto così com’è.

Il pesto della mia ricetta non è liquido come quelli industriali, che contengono già in partenza una consistente quantità di olio: il mio risulta più denso e cremoso. Si può usarlo così, mescolando con delicatezza o aggiungere un filo d’olio al momento sulla pasta, e poi mescolare il tutto.

Inutile aggiungere che è buonissimo anche… semplicemente spalmato sul pane o usato per condire le solite verdure estive che popolano le nostre tavole e dargli un sapore più deciso. Sempre una meraviglia per il palato sarà.

Datterini gialli in inslata con verdure, Robiola e pesto alla genovese

Datterini gialli in insalata con verdure, Robiola e pesto alla genovese.

Xmery.