Tag

, , , ,

Un plum cake che è il trionfo del cioccolato! Non saprei descriverlo altrimenti. Ricco, intenso, morbido e ‘scioglievole’, con il sapore del cacao che vince su tutto: gocce di cioccolato fondente mescolate all’impasto al cacao, ulteriormente arricchito da una grande quantità di cioccolato fuso per un risultato soffice ma a tratti pastoso, insomma… irresistibile.

Un dolce semplice, che si presta a rendere speciale la domenica mattina o una merenda tra amiche! 😀

Ingredienti x uno stampo 30x11x7:

200 gr di farina 00

50 gr di fecola

50 gr di cacao in polvere

1 dose di lievito per dolci

4 uova

170 gr di zucchero

100 gr di burro

150 gr di cioccolato fondente al 50%

50 gr di latte

100 gr di gocce di cioccolato fondente

Procedimento:

Metto tutte le polveri in una ciotola: farina, fecola, cacao e lievito.

Faccio fondere il cioccolato fondente, dopo averlo ridotto in scaglie con un coltello, insieme al burro fatto a pezzettini. Al microonde ci vorranno pochi secondi (fare attenzione a non andare oltre al punto di fusione!)

Monto tre tuorli e un uovo intero con tutto lo zucchero, finché l’impasto diventa chiaro e spumoso. Poi monto i restanti tre chiari a neve, che aggiungerò in seguito.

Comincio così ad aggiungere la crema di uova e zucchero al cioccolato fuso insieme al burro.

Quando il tutto sarà ben amalgamato aggiungo le polveri, a più riprese e setacciando, perché non si formino grumi (il cacao in polvere e il lievito tendono a formare pallini duri). Se in questa fase l’impasto diventasse troppo duro è consigliabile aggiungere subito il latte e un po’ di quell’albume che nel frattempo può essersi smontato nel fondo della ciotola, tornando allo stato liquido. Quando tutta la farina è stata incorporata, metto nell’impasto anche gli albumi a neve, e infine le gocce al cioccolato. Vi risulterà un impasto di una certa consistenza, perché se fosse troppo liquido le gocce in cottura scivolerebbero ammassandosi sul fondo.

Verso quindi l’impasto finito nella teglia da plum cake foderata di carta forno, aiutandomi col cucchiaio, con il quale poi lo livello bene in superficie.

Lo inforno quindi a 180° per 40/45 minuti, durante i quali raddoppierà il volume e si aprirà a cratere sulla sommità,  assumendo il tipico aspetto del plum cake.

Va assaporato non troppo freddo, magari appena intiepidito, per gustare al meglio la ‘scioglievolezza’ del cioccolato e le piccole gocce di cioccolato fondente che restano ben visibili nell’impasto morbido.

(Insomma, non voglio diventare ridondante, ma per darvi l’idea, non stiamo parlando del classico ciambellone a cacao, voi mi capite? 😀 Sì?

Quindi buona colazione a tutti!

Xmery