Tag

, , , ,

20200331_144034 xmery

E’ un piatto estivo, che pur nella sua estrema semplicità ha davvero un gran carattere: un sapore intenso unito alla freschezza del pomodoro crudo, con quel tocco croccante che mi fa impazzire più di ogni altra cosa! Da fare, rifare, e rifare,… senza stancare mai. Noi lo abbiamo scoperto da poco, e per caso, ma ne siamo rimasti stregati. Lo metto senza esitazione nella top ten dei  piatti che preferisco, nel mio blog non può mancare la ricetta.

Ingredienti per 3 ps:

240 gr. di spaghetti

200 gr. di pomodorini datterini

120 gr. di pane raffermo

Aglio liofilizzato

Origano secco

Peperoncino piccante

(a piacere acciughe e olive taggiasche)

Olio e.v.o.

Sale

 

Procedimento:

la prima cosa da fare è sbriciolare il pane secco (l’ideale è quello a mollica soffice e leggera, che seccando poi diventa facilissimo da sgretolare anche a mano, con l’aiuto di un batticarne.

20200331_142058 xmery

In questo modo si forma una polvere di pane ma resta anche qualche pezzetto più grosso, le “briciole” appunto). Poi lo si mette a tostare in padella, meglio se larga, cosicché lo si possa stendere al meglio. Mettere due giri d’olio evo e poi il pane (anche a freddo, l’importante è mescolare da subito tutto il pane con l’olio in modo che si impregni in modo uniforme. Tenere mescolato con continuità, rigirandolo, servendosi di una paletta di silicone, finché il colore del pane comincia a scurirsi.

A quel punto, quando manca poco alla tostatura completa, aggiungere una bella presa di sale e altrettanto aglio liofilizzato, che insaporisca il pane ma non arrivi a bruciare (l’aglio soprattutto se liofilizzato ci mette un attimo a bruciare!). In circa15 minuti il pane è pronto.

Preparare intanto i pomodorini a piccoli spicchi, condirli con olio evo e sale (io ci ho aggiunto anche dell’origano seccato). Cuocere la pasta (gli spaghetti, in mancanza dei pici toscani, sono la morte sua!) e scolarla al dente, condirla con poco olio evo (perché non si incolli) e aggiungere i pomodorini (escludendo eventuale acqua mista a olio, se ne hanno rilasciata: usatela poi per fare bruschette o semplice scarpetta con pane fresco! Ma qui andrebbe a bagnare le briciole tostate, facendo effetto pappetta, non va bene).

Aggiungere il peperoncino se amate quel tocco piccante.

Quindi cospargere con abbondante pane tostato, che lascerete anche sul tavolo come fosse Parmigiano, da aggiungere a piacimento dei commensali.

20200331_143951 xmery

20200331_144103 xmery

Note: c’è chi aggiunge un paio di acciughe mischiandole al pane tostato al posto del sale. Ottimo! Ma attenzione, vanno preparate a parte, in un piccolo pentolino con un cucchiaio d’olio caldissimo, poi TOLTO dal fuoco e usato come base per spappolarci dentro le acciughe, con una forchetta, finché sono diventate pasta. Ho letto di ricette in blog vari che consigliano la cottura delle acciughe/alici in padella: anche no! Il sapore amaro che sprigionano se preparate in questo modo, è una delle cose più orrende che ci siano! Le acciughe sott’olio vanno sempre lavorate con olio caldissimo, ma FUORI dal fuoco.

Xmery.