Tag

, ,

Ho cominciato il nuovo anno con questa canzone in testa, mi risuona dentro tutto il giorno, già al risveglio e va da sola nelle orecchie, mentre le mani, le cose, i pensieri le si aggrovigliano attorno portandosi dietro i ricordi. Il suo ondeggiare morbido mi riporta a un ballo lento, chiuso in una bolla di un momento dal sapore di felicità lontana, acciuffata per un attimo chissà come, venuta chissà da dove, evocata come per magia, vissuta come i sogni prima del risveglio. Ad occhi chiusi, sforzandoti di restare addormentato, vuoi stare lì ancora un altro po’, mentre la coscienza bussa silenziosa e implacabile, a reclamare il suo scettro sull’inconscio.

“Così un uomo ha sedici modi per dire verde, ed un altro ne ha un altro soltanto per dire addio.”

Ma gennaio è già passato…e la canzone non è più quella.

 

Xmery.