Tag

, , , , ,

p1090776-xmery

Questo pane è il ricordo di un’amica che impastava sul tavolo della mia cucina.

Lo abbiamo replicato, a distanza di un anno, io e Reby, nella stessa cucina, seguendo le preziose istruzioni che lei ci ha lasciato. E così il Cinnamon Sugar Bread, tra errori, intuizioni e correzioni, è uscito in tutto il suo splendore, con quel profumo di burro e zucchero che ti rimette al mondo! Il lievitato risulta morbido e fragrante, un pane appena appena dolce, con crosticina zuccherosa e delicato sentore di cannella. Si mangia fetta dopo fetta, per la particolare forma con cui è costruito, …e che invita appunto al “pull apart!”. Entusiasticamente consigliato. 😉

 

Ingredienti:

per il lievitino:

100 gr. di farina 0

12 gr. di lievito di birra fresco (metà panetto da 25 gr.)

90/100 gr. di latte tiepido

 

Per l’impasto finale:

360 gr. di farina 0

60 gr. di zucchero

60 gr. di burro fuso

2 uova

½ cucch.no di sale

1 bustina di Vanillina

60 gr. di acqua

 

Per la farcitura:

50 gr. di burro fuso

3 cucchiai di zucchero (60 gr.)

1 cucchiaio di cannella in polvere (10 gr.)

Procedimento:

Impastare il lievitino con largo anticipo, circa 6 ore prima. Sciogliere il lievito di birra nel latte appena tiepido (non deve essere troppo caldo o interromperà la lievitazione!) e poi buttate il liquido nella farina, cominciando a impastare per amalgamare gli ingredienti. Con l’impastatrice ci vogliono circa 5 minuti, finché la palla che si forma sarà elastica e non si appiccicherà più ai bordi.

Se impastate a mano, lavoratela a lungo, finché sarà incordata per bene (cioè fino a quando l’impasto non si spezza più tirandolo, ma diventerà elastico e resistente a qualsiasi sollecitazione: di buona lena, in circa 10 minuti dovrebbe essere pronta).

Come riconoscere quando l’impasto è incordato.

Mettete la palla a lievitare in una ciotola, coperta con una pellicola o uno strofinaccio (non deve arrivare ad asciugare in superficie o formerà una spiacevole crosticina, difficile poi da togliere). Deve gonfiarsi e raddoppiare il suo volume. Calcolate circa 3 ore se la stanza è calda; più del tempo, che è sempre relativo alle temperature, regolatevi sull’aspetto che assume l’impasto e aspettate semplicemente il raddoppio.

p1090281-xmery

Quando il lievitino vi sembra bello gonfio, cominciare a preparare il secondo impasto, mescolando gli ingredienti in una seconda ciotola, seguendo questo ordine: farina e zucchero, poi il burro fuso (senza portarlo a temperatura troppo alta!), le uova intere, vanillina, sale e acqua.

Io qui ho impastato agevolmente a mano, come per una torta: ne risulta un bell’impasto giallo ed elastico, che non necessita di essere incordato o mescolato a lungo, semplicemente amalgamate per bene gli ingredienti.

Stendete l’impasto sul tagliere, appiattitelo in modo che possa accogliere nel mezzo la palla lievitata, che avrete staccato con delicatezza dalla ciotola in cui riposava.

p1090283-xmery

p1090284-xmery

Ora cominciate con movimento delicato a ricoprire il lievitino con l’impasto dolce e giallo, in modo da incorporarlo senza sgonfiarlo troppo. Fate tante pieghe, in senso circolare, finché i due colori dei due impasti quasi non si distinguono più e sono perfettamente amalgamati.

p1090286-xmery

A questo punto stendere l’impasto ottenuto fino a formare un rettangolo lungo 50 cm. largo 30 cm. (meglio se tirato col matterello per ottenere uno spessore di circa 1 cm).

p1090364-xmery

p1090365-xmery

Con un coltello liscio e ben affilato fate quindi tre tagli per il lungo, a ottenere tre strisce. Spennellatele con burro fuso e poi cospargete di zucchero e cannella.

p1090302-xmery

Prendetene e sollevatene una, senza maltrattarla! E appoggiatela sulla striscia vicina. Poi prendete l’altra a appoggiatela sopra le prime due.

p1090314-xmery

Ora tagliate le strisce così sovrapposte facendone 6 panetti. Prendeteli delicatamente, uno per uno, e disponeteli in una teglia da plum cake lunga 26 cm.(precedentemente imburrata e infarinata) facendoli stare in piedi, uno in fila all’altro, fino a riempirla tutta.

p1090315-crop-xmery

Imburrare ancora le sommità, e ancora cospargere la superficie con zucchero e cannella.

p1090318-xmery

Lasciare lievitare ancora finché i pezzi di nuovo si gonfieranno, occupando tutto lo spazio ai lati della teglia e alzandosi fuori dai bordi. Calcolate un’altra ora.

Mettere quindi in forno caldo a 180° per 30 minuti* o più, finché la superficie è ben dorata.

p1090333-xmery

Nota: (*) se il forno inizialmente è molto caldo (200°) e dopo 5  minuti lo si porta a 175° ….il lievitato crescerà ancora, anche in forno.

Sfornare e dopo 5 minuti (il tempo che la teglia non sia più rovente!) rovesciare il pandolce su un lato e poi sull’altro, per fare dissipare maggiormente l’umidità mentre pian piano si raffredda.

Se consumato ancora tiepido, è da fine del mondo…….Il giorno dopo, può essere appena rinvenuto al microonde. E se vi avanza un po’ di marmellata di arance amare….auguri  ❤ :-D!

p1090433-xmery

p1090782-xmery2

Ps. Un grazie alla mia preziosa aiutante!… 🙂

Xmery.