Tag

, , , , ,

L’amore perduto…..in uno sciame di stelle, lassù.

anna-burighel

(illustrazione di Anna burighel)

Quando sarai vecchia e grigia, e di sonno onusta

e sonnecchierai vicino al fuoco, prendi questo libro
e lenta leggi, e sogna il dolce sguardo
che avevano un tempo i tuoi occhi, e la loro ombra profonda.

In molti amarono i tuoi attimi di felice grazia
e amarono la tua bellezza con amore falso o vero,
ma un uomo solo amò la tua anima pellegrina,
e amò le pene del viso tuo che incessante mutava.

Piegati ora accanto all’ardente griglia del camino
e sussurra, con qualche tristezza, come l’amore scomparve,
e vagò alto sopra le montagne,
e nascose il suo viso in uno sciame di stelle.

(traduzione di Paolo Cecchi).

Quando tu sarai vecchia e grigia (Branduardi canta Yeats, tradotta dalla moglie Luisa Zappa. 1986)

When you are old and gray and full of sleep
And nodding by the fire, take down this book,
And slowly read, and dream of the soft look
Your eyes had once, and of their shadows deep;

How many loved your moments of glad grace,
And loved your beauty with love false or true;
But one man loved the pilgrim soul in you,
And loved the sorrows of your changing face.

And bending down beside the glowing bars,
Murmur, a little sadly, how love fled
And paced upon the mountains overhead,
And hid his face amid a crowd of stars.

(Versione originale di William Butler Yeats).

L’amore perduto…..in uno sciame di stelle, lassù.                                                                            Da guardare di notte, con incanto e meraviglia. Con l’incredulità di un: “Ma davvero tutto quell’infinito splendore stava racchiuso qui, dentro al cuore?” seguito da un piccolo tonfo nel petto che sa di rimpianto: “Sì, così grande e luminoso era il mio amore. Così splendente da illuminare anche me”. E più quelle stelle sbarluccicano  nella loro infinita e lontanissima bellezza, più ti manca quella magia, quel preziosissimo tesoro andato perduto, che rende la notte un po’più buia e indistinta.

Xmery.