Tag

, ,

 

p1080210-xmery

Oggi il tempo è burrascoso, nuvole nere e basse rendono il pomeriggio buio già alle tre.

Vengo da un’ora di uscita coi miei cani: l’erba bagnata che infradicia le scarpe, il cielo carico di pioggia, nuvole veloci e minacciose ci inseguono, foglie gialle che ci volavano sulla testa facendo un rumore magico e nuovo, che ci ha tenute tutte e tre (io e le due quadrupedi) col naso all’insù…. loro ad annusare l’aria, io a riempire gli occhi di colori e vento. Sento le guance fredde e umide come quelle dei bambini. E assaporo la felicità, come un cane.
Penso a chi mi dice “Il mio cane lo porto con me in centro” e non si vuol bagnare le scarpe se questo tira per far pipì in un fosso…. E sorrido.

Capire che non c’è aperitivo che tenga, e che “uscire col cane” significa farsi accompagnare nel SUO mondo…. (almeno un’ora al giorno)….e non il contrario.
(happy  🙂 ….)

Nota: questo scritto nasce in risposta a tutti quei proprietari ed educatori cinofili pervasi dalla granitica convinzione che sia prioritario addestrare il cane a stare con naturalezza (traduci: senza dare fastidio) in qualsiasi ambiente (traduci: nei luoghi abitualmente frequentati dal padrone). Così da poter portare il cane con sé in ogni occasione (o meglio: da non rinunciare al proprio stile di vita pur avendo un cane a cui badare). E potersi vantarsi di quanto bravo (e bene addestrato!) sia il proprio animale! Così che “portare fuori il cane” diventa ….semplicemente portarselo appresso. Vedi cani trascinati alle fiere tra i passanti in mezzo alle bancarelle, all’outlet durante le maratone domenicali di shopping, accucciati in piccole pozze d’ombra nelle spiagge arroventate ad agosto, attendere pazienti sotto i tavolini ai piedi delle signore al bar, o aspettando, al freddo sotto una coperta, che l’umano amato finisca di fare la break in un marciapiede del centro.

p1060742-xmery

Se la pazienza e l’amore dei cani possono indurti a credere che ti seguiranno ovunque, usa la testa, il cuore, il rispetto, e sii tu a scegliere di non portarlo ovunque!

E se il tuo cane trascorre TUTTA la GIORNATA in attesa, adeguandosi ai tuoi ritmi e ai tuoi impegni, ai tuoi orari, tu non fargli mancare mai LA SUA ORA da cane. Potresti stupirti di come passare un’ora al giorno nel SUO mondo, dimenticando il cellulare, gli impegni e le preoccupazioni per un attimo, possa fare tanto bene anche a te!

 

Xmery.