Tag

, , , , , ,

p1060427-xmery-2

Questo autunno, coi primi freddi, sul vetro della sala ho visto questo piccolo insetto immobile, che sembrava assorto ad ammirare la sua immagine riflessa. Bellissimo, verde chiaro, le ali trasparenti e ramificate, come le trine iridescenti di un pizzo. Il suo nome comune anglossassone infatti ben descrive questa sua eccentrica eleganza: ali di pizzo!

Si tratta di una Chrysoperla carnea, un insetto prezioso per la lotta biologica ad afidi, acari e cocciniglie, di cui è un efficace predatore in fase larvale:

larva-chrysopa-pulgones

(foto presa da http://www.juancarlosvivancos.com)

La Crisopa, a questo scopo, viene allevata in coltura protetta e venduta per essere utilizzata al posto dei pesticidi chimici nelle serre.

In fase adulta invece si nutre di polline, nettare e melata. Forse è per questo che i suoi nemici giurati sono le formiche  😀 ….e ovviamente i trattamenti chimici fitosanitari (principalmente gli insetticidi più che gli antifungini).

E’ comune in Italia e in Europa, poiché è un insetto relativamente resistente alle basse temperature invernali.

L’attività predatoria va da maggio a settembre, poi con l’arrivo dei primi freddi, l’adulto entra in ‘diapausa’ , una fase in cui l’insetto non si nutre e non si muove ma può continuare a vivere anche per 9 mesi.

Credo che la mia Lacewings fosse in quello stato, appoggiata al tepore del vetro come a cercare rifugio….

Non so dove sia poi finita la piccola, ma per il prossimo inverno sono certa che costruirò una casetta per fare svernare gli insetti utili che mi sono venuti a trovare quest’anno, premiando il mio totale inutilizzo di trattamenti chimici. Sì, sta nascendo una bella intesa tra noi. 🙂

La livrea verde chiaro uniforme e senza macchie la identificano come una Chrysoperla carnea…a differenza della Chrysopa oculata (nella foto sotto), che presenta piccole macchie scure lateralmente e tra le antenne:

SONY DSC

(foto presa da www.forestventure.com)

NB…ma avete visto come vengono deposte le uova?! 😀 sostenute da un quasi invisibile filo eretto, che ne impedisce la predazione da parte di altri insetti che passano di lì…comprese le stesse larve di Chrysoperla, che nella fase di maggior attività predatoria potrebbero darsi al cannibalismo!

chrysoperla-uova

(foto presa da: vitisblog.it)

Decisamente una forza della natura!….

vitisblog.it- Piccoli-compagni-di-vigna- Chrysopidae

Xmery.