Coraggio, lasciare tutto indietro e andare! partire per ricominciare…che non c’è niente di più vero di un miraggio!…e per quanta strada ancora c’è da fare, …(ricorda!) siamo solo di passaggio!….

Cesare Cremonini – dall’album Più che Logico-live- (2015).

Fermento, idee in corso brulicano piano e si fanno spazio. Ancora non riconosci con precisione il sapore che hai in bocca… dolore e sangue? spilli da estrarre con cautela per non farsi un male che sia irreparabile? Il lutto straziante di una fine senza revoche? Eppure insieme si mescolano venature che odorano di rinascita, spinte che vanno verso la riscoperta di un sé ancora da immaginare…. Come il vento  forte che fa correre le nuvole e promette cambiamento imminente: ti riempie di meraviglia e sgomento. Sto in attesa. Tanto non si torna indietro. Niente può tornare com’era. In attesa di segnali. In attesa che questo quotidiano rivoltar di zolle produca qualcosa di riconoscibile, si traduca in direzione, un indice puntato che dica “là”!

Nel frattempo colleziono timbri sul passaporto, mi tuffo dal mio scoglio a ispezionare mondi possibili. E a smuovere zolle. Pezzo per pezzo, viaggio dopo viaggio.

Xmery.