Tag

, , ,

P1160352 xmery

Questo Natale ci siamo fatti un regalo insolito: qualche piccolo tartufo nero, di quelli che provengono dai nostri Appennini, immagino fossero tartufi neri di Fragno. Dono di un amico che abita in zona. Non siamo soliti mangiare tartufo, se non qualche volta al ristornate. Così, dopo averli manovrati con la religiosa cautela che si usa per una reliquia, puliti con cura ed estrema delicatezza, scelto tra i rituali di conservazione più stravaganti, cercato ricette elaborate che fossero all’altezza del profumo prepotente che si sprigionava dal frigo,….alla fine, una sera…. li abbiamo schiaffati su due uova al tegamino e bonanòtt sartòr!……  😀

 

Ingredienti x 3 ps:

6 uova fresche di giornata (si trovano nel pollaio della nonna… :-D)

burro, sale

1 tartufo nero di Fragno (Tuber uncinatum ‘Chatin’) di media grandezza, circa 30 gr.)

*costo: 300 euro al chilo

 

Procediemento:

 

Dopo aver pulito* alla perfezione la superficie del tartufo,

P1160153 xmery

P1160162 xmery cuocere le uova all’occhio di bue, in pochissimo burro, in modo che il bianco risulti cotto ma il rosso resti rigorosamente crudo e rosso. Salare. A cottura ultimata, dopo aver impiattato, grattugiare il tartufo sulle uova.

P1160357 xmery

Delizioso quanto semplice.

Xmery.